12 aprile 2013

52 Words of Art
32. Habit

Diciassette settimane senza mandare una foto. Mi dovrei vergognare. Tuttavia il bello del progetto 52 Words of Art è questo: non è vincolante, ogni foto deve essere scatto, sia per l'atto in sé che per il momento in cui ti viene in mente come adattare la parola della settimana.
Questa settimana si parla di Abitudine.



Parlando di ABITUDINE e libri, i nostri cinque sensi vengono d'aiuto.
Il tatto, lieve carezza sulla copertina e mano che apre il libro per la prima volta.
L'olfatto, profumo di carta e inchiostro.
La vista, caratteri che si avvicendano l'un l'altro.
Il gusto, paragrafi e paesaggi assaporati come la più dolce delle torte.
L'udito, voci e suoni che la mente rende reali.

Talkin' about HABIT and books, our five senses can help us.
Touch, soft caress on the cover and hand that opens the book for the first time.
Olfaction, smell of paper and ink.
Sight, characters which take it in turns with each other.
Taste, paragraphs and landscapes flavoured as the sweetest cake.
Hearing, voices and sounds that our mind makes real.


Tutte le info riguardanti il progetto, se non ne foste ancora a conoscenza, potete trovarle sulla pagina Facebook dedicata.
Altri miei scatti, invece, potete trovarli sul mio album Flickr.
A presto!


E.

Nessun commento:

Posta un commento

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.