1 febbraio 2013

All'Università di Verona la scimmia compila l'etichettona

Forse alcuni di voi ricorderanno il mio post All'Università di Verona l'arte fa da padrona.
Bene. Oggi sono qui per proporvi un'altra di quelle chicche impossibili da non condividere una volta notate.
Vorrei subito ringraziare la mia cara donna, Lola, per avermi fatto notare cotanta bambagia grammaticale.



Che si tratti di qualche professore distratto?
Forse una segretaria svogliata?
Molto più probabilmente una scimmia, come quelle schiavizzate e costrette a redarre ogni possibile orario riguardante lezioni ed esami, che sta imparando l'italiano?
A voi l'ardua sentenza.
Aspetto ancora un intervento di Giacobbo (questa sera a Kazzengeeeeer!) per indagare, senza successo ovviamente, su tale mistero.


E.

2 commenti:

  1. Forse dopo l'ennesima etichetta, è partito il controllo ortografico :-D

    RispondiElimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.