23 febbraio 2012

Qualche appunto facendo ordine

sottofondo: Chopin – Polonaise

scrivaniaEinstein

Ok, fatemi mettere un attimo in ordine tutto. Questi due mesi mi hanno scombussolato non poco. No, non faccio il solito universitario cazzone che per aver dato un esame in un anno si sente stanco, semplicemente sono uno studente universitario nella media, che dopo un semestre di studio e lavoro quasi senza sosta si sente stanco. E concedetemelo.
Uno dei miei primi pensieri? Naturalmente il blog. Troppo a lungo questo spazio ha sofferto della mia assenza. Potevo nel mio primo giorno di vera pausa, dopo un intero semestre, non mettermi a scrivere qualcosina per il mio spazio virtuale? Proprio no, quindi eccomi qui.

Bisogna mettere ordine. Troppe cose lasciate in sospeso anche durante il periodo di studio appena passato. La scrivania per esempio, diventata un infernale cubicolo intasato di tutto e di più. La macchina da scrivere sommersa da fogli scritti a metà, fermi. Il laptop che a stento riesce a trovare un suo posticino. Libri, libri e ancora libri, comprese le dispense, i quaderni, gli appunti, penne, matite, evidenziatori scarichi e nuovi, forbici e una pinzatrice (senza contare il fastidioso numero di puntine e graffette). Le Moleskine ancora infilate nella borsa, testimoni della mia mancanza di tempo anche solo per poggiarle sulla scrivania. Tuttavia non volevo che tornassero in questa versione disastrata del loro mondo; per loro la scrivania deve essere linda, lucida (nel senso scrittorio) e pronta ad accoglierle.

IO: Decisione di oggi: la scrivania deve essere riordinata.
DUENDE: Perché?
IO: Be’, sono tornato alla vita normale finalmente.
DUENDE: Dare degli esami non la definisci vita normale?
IO: Mi sorprendi, caro Duende. Ma ti rispondo che per la quantità di diottrie, ore di sonno e gradi di salute mentale che ho perso direi proprio di no. Adesso levati dalle palle e lasciami lavorare!
DUENDE: Be’, scusa…
IO: Non andare troppo lontano però.

Il sorriso da folletto che mi rivolge è uno dei più belli che io abbia mai visto in tutta la mia vita. Sa che il suo momento sta tornando.

Dunque rieccomi qui. Con un sacco di cose da dire, ma con il problema di non sapere da dove cominciare. Questo post forse è un piccolo inizio, così, tanto per tenersi un pochino in allenamento.
Questo post è una semplice miscellanea di pensieri pensati e subito scritti? Può darsi. Questo vuol dire che l’importante in questi giorni è fare ordine su tutto.

Un’ultima domanda: ma dove diavolo la metto tutta ‘sta roba? Sembra infatti che nel resto della mansarda non ci sia più spazio. Ci sono libri ovunque, manco fosse una biblioteca, e dispense universitarie che spuntano dagli scaffali. Dove cazzo la metto tutta ‘sta roba?
Una soluzione ci sarebbe: FUOCO E FIAMME! FUOCO E FIAMME!

Magari…
Ma anche no!

 

E.


Piccola postilla di inizio anno. Chissà, magari potrebbe dare vita a qualche nuovo post :)
Libri letti durante la sessione invernale 2012:

  • Stephen King, 22/11/’63;
  • Paolo Villaggio, La vera storia di Carlo Martello;
  • Ernest Hemingway, Festa Mobile;
  • Robert Louis Stevenson, Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde.

Band/musicisti con le quali mi sono ripreso malissimo:

  • Pink Floyd;
  • Rob Zombie;
  • Stone Sour;
  • Eddie Vedder.

24 commenti:

  1. Questo post potrei averlo scritto io LOL :D

    P.s. Adoro Stevenson! Se non l'hai ancora letto, ti consiglio L'isola del tesoro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando si è sotto esami si è tutti uguali... tranne gli sfigati che si laureano a 28 anni XD
      L'isola l'ho letto in gioventù, ma mi sono sempre ripromesso di prenderlo in mano prima o poi; per ora sto meditando la lettura 2012 di Dracula, dove collocarla più o meno.

      E.

      Elimina
  2. bentornato ... :) bè, sei sei uscito indenne alla sessione degli esami, alla fine, puoi ritenerti in grado di sistemare la scrivania, in fondo non è niente rispetto alle ore di sonno perse e tutto quello che comporta lo studio o no? hihihihihihihi ... :)

    magari alle dispense universitarie, dagli foco dopo che ti sei laureato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il riordino è più arduo di quanto si pensi ^^

      E.

      Elimina
  3. Ecco in che gorgo eri dunque finito... allora ti perdono PERFINO per esserti perso l'imperdibile post del mio compleano... :-))
    Ciao mon ami!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio. Il prima possibile andrò a leggermi anche quel post :)

      E.

      Elimina
  4. ecco perché non ti si vedeva !!!
    fai ordine e buono studio!!!

    RispondiElimina
  5. Quello é l'Hemingway che più mi é piaciuto!

    RispondiElimina
  6. Scanner, tutto informatizzato - con un bello storage per i backup -. Poi puoi accedere pure un cerino e fare un falò :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se proprio dovessi avere un altro storge esterno non lo userei certo per i backup delle dispense ;)

      E.

      Elimina
  7. Questo post potrebbe essere scritto da ogni studente universitario sulla faccia della terra... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Infatti si è già verificato, con Alice, un caso di post gemello ^^

      E.

      Elimina
  8. Beato te che sei riuscito a leggere qualcosa per "svago" e che hai avuto pensieri creativi durante la sessione... io in pratica in un mese e mezzo non ho aperto neanche un libro "di piacere" e ho visto azzerate la mia fantasia e la mia voglia di scrivere -.- gli esami atterriscono la mia psiche!

    E anche io ora mi trovo alle prese con l'ordine da fare e con una libreria nuova di zecca da riempire (mannaggia a loro che me l'hanno consegnata proprio in piena sessione; vederla qua, nello studio, vuota, mi ha messo angoscia!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sottoscrivo riguardo allo scrivere, ma non sono rimasto proprio fermo nemmeno lì ^^ Forse tra qualche giorno/settimana ci sarà un nuovo raccontino sul blog.

      E.

      Elimina
  9. quando finivo di dare un esame, mi concedevo la settimana enigmistica "sbracata" (=sdraiata scompostamente) sul letto, ma non senza aver rassettato la mia stanza! Mettere ordine, pulire e lucidare mi dava davvero la sensazione di aver scavalcato l'ennesimo muro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio la sensazione che ho provato :)

      E.

      Elimina
  10. Hai lucidato la scrivania? Io lo diveevo sempre, !quando finisco tiro a lucido la stanza e mi tiro a lucido pure io"... poi sai già come andava a finire...
    Come hai fatto a leggere TUTTI quei libri durante la SESISIONE D'ESAMI SCUSA???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il segreto per leggere tutti quei libri sono le ore notturne in cui potresti finalmente dormire XD

      E.

      Elimina
  11. io la metto a posto solo prima che venga qualcuno a fare sesso...

    sono capito per caso sul blog da blogmap, penso che ci tornerò spesso. Voglio iniziare a leggerlo dall'inizio.

    diarionudo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora blogmap serve a qualcosa :)
      Appena ho un po' di tempo passo sul tuo blog e mi leggo un po' di post, intanto sono tra i followers.

      E.

      Elimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.