23 gennaio 2012

Costa Concordia e il turismo cerebroleso italiano


Adesso mancava solo che l'Isola del Giglio diventasse una meta turistica per quei deficienti che vogliono assolutamente farsi una foto avendo come sfondo la Concordia rovesciata su un fianco. Che siano nativi dell'isola o no, che siano turisti italiani o stranieri la questione rimane comunque grave.
Anche se non penso che siano stranieri, solo noi abbiamo di queste trovate.
Mi raccomando... cerchiamo di apparire sempre come i più coglioni al mondo. Non bastava la politica a farci ridere dietro da tutto il mondo.
Dico solo che queste foto mi fanno venire in mente i veri e propri pellegrinaggi davanti alla casa di Sarah Scazzi qualche mese fa. Che schifo... continuate pure così.


E.

35 commenti:

  1. Assoluto disprezzo per quelli che si abbarbicano sugli scogli come polpi ( esatto, senza spina dorsale) solo per poter dire a parenti ed amici " Sì, ho una foto con la Concordia, è spaventoso, è terribile, era così grande, così vicina"... Della gente che è morta ce ne sbattiamo, dopotutto quello che conta è avere una figata in più da raccontare. Diamine io avrei la stessa sensazione di fotografarmi davanti ad una lapide! L'indecenza e il mancato rispetto stanno sconfinando...

    MoonlightHaze

    RispondiElimina
  2. Bisognerebbe tassare l'idiozia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe una buona idea sai. Forse sarebbe la vera manovra per risanare il Paese.

      E.

      Elimina
  3. Credo che l'idiozia sia un hobby tutto italiano, proprio non ce la facciamo ad usare il cervello e in casi come questo non si usano nemmeno i sentimenti umani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è tutto italiano, credimi, ma per la maggior parte :)
      L'idiozia è ovunque, ma mai come in Italia (ho girato parecchio) ho visto una totale mancanza di rispetto verso la tragicità di un evento o di un semplice fatto.

      E.

      Elimina
  4. Pensavo la stessa cosa ieri guardando il tg: facevano vedere i turisti appollaiati sugli scogli per farsi immortalare con la nave sullo sfondo .. senza contare di quando hanno intervistato la signora sulla barchetta (perchè ovviamente ora sono partiti i tour con visita guidata alla nave alla deriva) che arrivava direttamente da Milano (toccata e fuga in una giornata) solo per vedere la nave ....
    Ma in che mondo viviamo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa mi mancava...
      Comunque, non vorrei essere troppo volgare e banale, ma a sentire anche il fatto da te espresso viviamo in un mondo fatto di una cosa che comincia con "m" e finisce con "erda". Fai un po' tu.

      E.

      Elimina
  5. sai già come la penso sull'argomento. I Turisti del Disastro mi fanno ribrezzo, soprattutto quando fingono viva partecipazione per il lutto e la sofferenza altrui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, il turismo nelle zone che sono state luogo di un disastro può anche starci, ma preferisco chiamarlo Turismo Storico; un po' quello che faccio io recandomi quasi con cadenza annuale al Vajont (una cosa che non so ancora perché la faccio ma sento di doverla fare).
      La cosa però deve essere intelligente e, ovviamente, sentita.
      Non so se incazzarmi più per il disastro o per questa sorta di turismo... mi sa che scelgo la seconda.

      E.

      Elimina
  6. Credo anche io che siano italiani...sempre più vergognosa di appartenere a questo stato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti...
      Una cosa è certa: non ci vedranno mai in una foto del genere.

      E.

      Elimina
  7. Shifo completo. Sono inorridita da certi atteggiamenti. I media influenzano e bombardano, in tv non si fa altro che parlare tutto il giorno di questa crociera, ma la gente un cavolo di cervello ce lo ha? La scusa che adducono, poi, ha delll'assurdo:"volevo vedere con i miei occhi.". Bah. Senza parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Vedere con i proprio occhi" è un discorso, un altro è quello di specularci subito sopra con visite guidate abusive con tanto di foto ricordo.
      Che merda...

      E.

      Elimina
  8. detestabile e osceno, tanto di più perchè è una madre con i figli, e quindi l'apice della vergogna perchè è un albero con radici.
    ho detestato passare in autostrada sopra borghetto e brugnato con l'occhio che girava incredulo verso automobili piantate nel fango, e mi sono sentita non in diritto di guardare se non potevo scendere e fare la mia parte, non ho osato fare una sola fotografia, che pure potrebbe documentare cose non viste. Mania da grande fratello, mania da truman, tenere tutto sotto controllo per fingere poi che non sia esistito, tutto come in un film, senza realtà. E figli imbecilli crescono.
    Come madre sono preoccupata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono già preoccupato come futuro/possibile genitore... dimmi te. Ma in che mondo li/lo farò nascere? (Sempre che io un giorno abbia uno/mila figli)

      E.

      Elimina
  9. Anche all'estero hanno queste trovate. Qui dopo un giorno dal terremoto c'erano già tedeschi, americani perfino giapponesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confortante sapere che la gente senza cervello non è da sola nel mondo.

      E.

      Elimina
  10. più che cerebrolesi cerebroLESSI, lessati da anni e anni di inferiorizzazione televisiva... figli dei tg, dei reality, degli spot e dei talk show sciacalloidi... ne scriverei peste e corna, se non stessero troppo in basso nella scala evolutiva per occuparmene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vorrebbe qualche nozione di antropirlologia..

      E.

      Elimina
  11. Ne parlavo oggi con un amico.Questa gentaglia io la metterei in carcere per crimini contro l'umanità.Una tale imbecillità non può avere cittadinanza in un paese civile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È uno schifo... non ci sarebbe da aggiungere altro.

      E.

      Elimina
  12. Hai fatto bene a rendere nota questa vicenda, ma, queste persone non si meritano neanche un minimo di attenzione. Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, ma su certe cose non posso proprio stare zitto.

      E.

      Elimina
  13. ormai non mi stupisco piu' di niente, l'ennesima prova della deficienza umana, sopratutto italiana-davanti ai fatti di cronaca. Che pena.

    RispondiElimina
  14. Da giorni facebook è invasa dalle foto di questa gente che sorride in posa e sono tanti... non ci sono più parole, credo che nella storia dell'umanità quello che stiamo vivendo noi sia l'apice dell'imbecillità di massa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso far altro se non darti ragione. E dire che ci si stupisce dell'ignoranza medievale... qui mi sa che ci stiamo riducendo anche peggio.

      E.

      Elimina
  15. servono questi nella foto così sappiamo che girano anche dei coglioni con queste facce di cazzo!!! siete solamente pessimi, vergognosi e secondo me avete complessi d'inferiorità.

    RispondiElimina
  16. comunque quelli di questa foto non sono italiani...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non cambia assolutamente nulla, anzi, peggiora le cose.

      E.

      Elimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.