12 dicembre 2011

Untitled’s Fragments pt.2

Altri due brevi estratti dalla prima stesura della trama in lavorazione in questo periodo.

pulp

«Come da programma, pensò. Niente di nuovo. Di solito era proprio quando si trovava in cesso che gli venivano le idee migliori. Una volta, mentre stava cagando, riuscì a tessere l’intera trama per un racconto che, solo un paio di giorni dopo, avrebbe contato trenta pagine di lunghezza.
Per molte persone un cesso è questo: una fonte d’ispirazione.»

«Il grasso irlandese deteneva la legge all’interno del suo locale, e sembrava proprio che i quattro sicari italiani lì presenti, tre morti e uno agonizzante, avessero compreso il suo straordinario potere solo durante lo scontro a fuoco appena terminato.
Per i quattro picciotti gli ordini erano stati semplici: strappare il BeerALot dalle grinfie di Joseph, e se qualche irlandese figlio di puttana si fosse ribellato alla transizione allora avrebbe mangiato la polvere per sempre. Peccato che don Spinelli, il loro boss, non avesse considerato l’estrema fedeltà che ogni cliente dimostrava verso Joseph»

 

E.

22 commenti:

  1. ti prende e ti porta via questo pezzo...solo una curiosità: ma che è il BeerALot??? o.O mi sono persa qualche puntata???

    RispondiElimina
  2. http://emanuele-secco.blogspot.com/2011/04/coalizione-perfetta-pt-1.html

    http://emanuele-secco.blogspot.com/2011/04/coalizione-perfetta-pt-2.html

    E non ti dico altro :)

    E.

    RispondiElimina
  3. Come scrittore dovrei darti il consiglio, magari un po' pedante e non richiesto, di provare a scrivere su cose che ti siano più vicine, che conosci meglio, anche se questo richiede il coraggio di mettersi in gioco di più.
    Come amico ti dico: fregatene, e scrivi ciò che ti pare e piace!
    (Poi tu magari cerca una via di mezzo fra i miei due schizoidi commenti: insomma vedi un po' tu)
    Ciao, e buona scrittura! :)

    RispondiElimina
  4. @Zio Scriba: dici che non vanno bene? :)

    E.

    RispondiElimina
  5. No, no, la qualità è buona.. era solo una riflessione generale, la mia, che forse lascia il tempo che trova...

    RispondiElimina
  6. @Zio Scriba: per un attimo mi stavo preoccupando :) comunque i tuoi consigli sono sempre utili, e alla fine penso comunque di scrivere di cose che "conosco" e che mi appassionano, come tutti i racconti scritti fino ad ora :) Poi be', l'esplorazione e l'apprendimento non hanno mai limiti :)

    E.

    RispondiElimina
  7. Sono un caso senza speranza,manco al cesso riesco ad avere buone idee,anzi cerco di fare più in fretta possibile,non mi piace soffermarmi in quella condizione,non tutti i gusti sono alla me...

    Ho visitato Budapest nel periodo estivo,credo anch'io che la pista del ghiaccio nella capitale magiara risulti molto suggestiva.

    Saluti

    RispondiElimina
  8. @Ivo: ti dico solo che in cesso, ai tempi, ho risolto i problemi relativi al software da me creato che dovevo presentare alla maturità ^^

    Per Budapest il periodo invernale, per me che ci ho vissuto, è il migliore. Un anno il giorno di Natale face -21°C... c'erano i lastroni di ghiaccio a galla nel Danubio. Uno spettacolo!

    E.

    RispondiElimina
  9. Lo scritto è scorrevole, mi ricorda una voce fuori campo quando commenta un film degli anni in cui c'erano i gangster....solo una cosa non mi piace "cesso" e "cagando".....in teoria un libro dovrebbe essere letto da tutti e non a tutti piacciono i termini sopra scritti.
    Ciao Cri : )

    RispondiElimina
  10. Finché c'hai la vena vai :)
    poi giudicheremo (parolona grossa) anzi: leggeremo!
    In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  11. @Cristina: Prima di tutto grazie dei complimenti, però voglio dirti che anche vero che se dovessi stare dietro a tutti i gusti possibili e immaginabili allora non saprei più cosa scrivere :) Dico solo che la storia viene fuori così, e io rispetto la storia innanzitutto.

    E.

    RispondiElimina
  12. @chaillrun: che crepi, il bastardo :)

    E.

    RispondiElimina
  13. 30 pagine di lunghezza? Un po' stitico? Heheh..
    Ommaigodddd, come m'appassionano 'sti frammenti :)

    RispondiElimina
  14. @Grace: diciamo che per due giorni di lavoro trenta pagine sono anche un buon traguardo :)
    Sono contentissimo che ti piacciano :)

    E.

    RispondiElimina
  15. In un noir che si rispetti una spruzzatina splatter non guasta mai!

    RispondiElimina
  16. @Adriano: nel resto del dattiloscritto infatti non manca ^^ Grandissimo Adriano!

    E.

    RispondiElimina
  17. Complimenti veri e sinceri.
    E se la storia ti viene fuori così, allora è la storia giusta da raccontare.
    Io cerco di seguire un mio modestissimo sistema: acchiappo un sogno al volo e poi lascio che mi porti in giro.
    Non sempre viene fuori qualcosa di buono, però .......... almeno mi diverto.

    RispondiElimina
  18. @Granduca: fai benissimo a fare così :) A volte lo faccio anch'io ^^

    E.

    RispondiElimina
  19. Sono proprio così anche io, mi viene l'ispirazione al cesso :)

    RispondiElimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.