16 dicembre 2011

Un giro alla Feltrinelli di Verona

Foto-0691

Per tutti gli accaniti lettori di Verona e provincia ormai non è più un mistero: il marchio Feltrinelli è tornato in città. E lo ha fatto decisamente in grande. Non tanto per quanto riguarda lo spazio totale della libreria, su due piani e con una superficie totale di 1500 metri quadrati circa, ma per la magnificenza che si respira al suo interno. Pochi passi al suo interno e ti rendi conto che il libro è l’invenzione migliore che l’uomo abbia potuto creare nella sua millenaria storia (e come darmi torto). Un po’ come capita nelle poche e piccole librerie tradizionali che ancora ci restano, ma in quei luoghi tale sensazione è ancora più forte.
Erano ormai una decina di anni, da quando chiuse il negozio di dischi Ricordi, che il marchio non puntava più su quella che, ora come ora, sta diventando sempre di più una delle città più importanti dell’intero Veneto. Come potevo io, amante della carta stampata, non recarmi nella loro nuova libreria? Diamo un’occhiata al suo interno.

Foto-0689

Questa è una veduta parziale del piano terra, dove potremo trovare le novità, le offerte e molti libri in lingua straniera. Insieme ad agende e un vero e proprio bar.

Foto-0686

Primo piano, sala di narrativa fantastica. Qui potrete trovare gialli, horror, fantasy, thriller e chi più ne ha più ne metta. Peccato però che anche qui io non sia riuscito a trovare On Writing di Stephen King, libro che cerco ormai da un paio di anni e che sembra non si stampi più.

Foto-0685

Secondo piano, sala di hobbistica, turismo, cinema, arte e musica. Questa sezione non è di mio particolare interesse, ma merita comunque tutta l’attenzione del mondo. E devo dire che ci ho già trovato qualche chicca da comprare assolutamente.

Foto-0680

Secondo piano, sala di religioni, psicologia, filosofia e scienze umane varie. Devo ripromettermi di dargli un’occhiata più approfondita.

Foto-0682Foto-0684

Secondo piano, sala di lettura. Questa sala è stata una sorta di sorpresa per me. Non avevo mai visto una cosa del genere in una libreria facente parte di una grande catena come la Feltrinelli. Sarebbe bello provare ad andarci a studiare.
Come ultime istantanee vorrei proporvi quelle scattate nel reparto musica, film e videogame.

Foto-0687Foto-0688

Vi dico subito che ho tralasciato le sale dedicate alla musica classica e alla lettura per ragazzi, ma forse potranno essere argomenti per qualche altro post :)


Bene, penso di aver finito con questa sorta di reportage. Se non ci sentiamo prima vi auguro un buon fine settimana e vi lascio con la citazione che compare sul nuovo libro di Umberto Eco, Costruire il nemico e altri scritti occasionali.

Foto-0679

Parole sante e tristemente vere.

 

E.

24 commenti:

  1. oddio il paradiso in terra! *_________* IO DOVERE ANDARE SUBITO!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Non sono di Verona ma questi luoghi attraggono sempre!

    RispondiElimina
  3. a Verona non avevate la Feltrinelli? a Firenze c'è, è grandissima e diventa il mio paradiso, quello in cui rifugiarmi quando son in preda allo sconforto :)

    RispondiElimina
  4. La mia solita ignoranza: credevo che la Feltrinelli ci fosse dappertutto come i supermercati -.- (nelle mie vicinanze ce ne sono a bizzeffe, già solo in centro a Torino ce ne sono 2, senza contare quelle nei vari centri commerciali.
    Ma pensa te...
    Una così bella però non l'ho ancora vista, perciò rimango affezionata alla Fnac (dalla quale mi faccio trilioni di punti) dove trovo a buon prezzo anche alcuni libri universitari e il bar di quella in via Roma è assolutamente il mio preferito!
    Buon weekend carissimo :)

    RispondiElimina
  5. Fantastica! Da noi è già tanto se c'è la Mondadori... grande quanto un'aula di scuola.
    Baci e giardinetti pubblici dove iniziare a leggere le storie sulle panchine.

    RispondiElimina
  6. Parole Sante,Eco.
    Le Feltrinelli ormai si riproducono in fotocopia.Questa somiglia come una goccia d'acqua a quella di Novate Milanese, a due passi da casa mia.
    Buon fine settimana, Emanuele :)

    RispondiElimina
  7. Grazie a Dio non devo andare solo a Mestre per avere una Feltrinelli!

    RispondiElimina
  8. Qundo vado in una grande città non mi privo mai del piacere di una visita al negozio Feltrinelli!

    RispondiElimina
  9. Bel reportage, Emanuele.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  10. La prima Feltrinelli che ho visto è stata quella di Padova: mi sembrava di essere in paradiso!! Poi, adesso che vivo a Milano, ne ho una proprio vicino a dove lavoro (corso Buenos Aires) e ci posso andare in pausa pranzo... anche se la mia preferita rimane sempre quella al Duomo! Come la Feltrinelli non ce n'è, è indubbiamente la mia libreria preferita.

    RispondiElimina
  11. Bravo Emanuele a illustrarci e a farci vedere la libreria...io ci sono stata una settimana fà e mi è piaciuta molto, grande, con il profumo dei libri mi sembrava di tornare indietro nel tempo e con tanta scelta...un'altra cosa, organizzano riunioni con autori di libri, sono capitata casualmente quando una autrice parlava con il pubblico.
    Ciao e buona giornata! : )

    RispondiElimina
  12. @Carolina: e come darti torto? :)

    E.

    RispondiElimina
  13. @Francescat.84: eh no... ancora no :) e devo dire che questa è stata una novità che mi hanno fatto luccicare gli occhi :)

    E.

    RispondiElimina
  14. @Alice C.: meno male che ci pensano ancora ad aprire posti del genere ^^

    E.

    RispondiElimina
  15. chiara moltoni: magari averne il tempo ^^

    E.

    RispondiElimina
  16. @Blackswan: ovviamente non mette in dubbio che siano bellissime ^^

    E.

    RispondiElimina
  17. @Adriano Maini: grandissimo Adriano :)

    E.

    RispondiElimina
  18. @Gianna: grazie anche a te (anche se un attimo in ritardo :))

    E.

    RispondiElimina
  19. @Vele Ivy: ti devo dare ragione :)

    E.

    RispondiElimina
  20. @Cristina: allora dovrò dare un'occhiata ai loro programmi ^^

    E.

    RispondiElimina
  21. Eh si, veramente bella.... hehe, pensa che il piano che più interessa a me è proprio il secondo: libri di cucina a iosaaaaa!!!! xD

    Comunque si, un giorno dovremo provare la saletta di lettura per studiare...mi sa che diventeremo degli habitué xD

    RispondiElimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.