21 novembre 2011

Ritrovati i taccuini inediti di Bram Stoker


Ritrovati i taccuini privati di Bram Stoker, contenenti vari appunti sul suo lavoro di scrittore. I taccuini ricoprono il periodo che va dal 1871 al 1881, quando Stoker ancora viveva a Dublino (sua città natale) e stava finendo di frequentare il Trinity College per poi impiegarsi in una società commerciale.
Sembra che questi taccuini riusciranno a svelare qualcosa in più sul famosissimo Dracula, senz'altro l'opera più famosa di Stoker, e a confermarlo è stato proprio Dacre Stoker, suo pronipote, affermando che il periodo preso in esame dai rinvenuti scritti «presentava alcuni lati non chiari sui quali ora è possibile fare luce, definendo in particolare chi influenzò la sua opera e i numerosi punti di contatto tra la sua reale esperienza e la figura di Jonathan Harker, avvocato che nel romanzo compie il viaggio in Transilvania».

Per quanto riguarda il contenuto dei taccuini, qualche informazione in più ci viene dalla The Robson Press, casa editrice che si occuperà di curare l'edizione a stampa. «The notebooks reveal the intimate Stoker -his attachment to Dublin and his life in that city. [They are] replete with observations on co-workers, classmates, friends, family members and the Dublin streets, and [the] various notes and anecdotes emit Stoker's rich Irish sense of humour».
La pubblicazione di The Lost Journals of Bram Stoker, questo il titolo originale, non potrà non entusiasmare i fan del padre di tutti i vampiri in quanto, sempre basandoci sulle dichiarazioni fatte dalla Robson, «the astute reader of Dracula will immediately recognise the aide-memoire technique displayed in the notebooks, which recalls similar notations made by Jonathan Harker—himself a compulsive note-taker».

Che dire, un occasione per conoscere meglio uno scrittore che ha saputo farci sognare, terrorizzandoci con un personaggio figlio delle superstizioni e delle leggende popolari dall'uomo primitivo fino ad oggi. Altroché Twilight, qui non si parla di vampiri che luccicano come tante Lelly Kelly alla luce del sole.

Per la pubblicazione, dovremo aspettare fino al 2012, in occasione del centenario della morte dello scrittore. Sarebbe interessante procurarsi la copia in lingua originale e poi, semmai, accompagnarla con quella tradotta (se verrà mai tradotta).


E.


Se vi interessa la mia "recensione" di Dracula potete trovarla qui.

16 commenti:

  1. Taaaaaanta taaaaaanta taaaaaaanta roba. Un acquisto da cui non potremmo esimerci mio caro amico! ;)

    RispondiElimina
  2. Meno male che il centenario non cade nel 2015 o nel 2016, o toccava aspettare di più... Come odio e disprezzo il feticismo dei numeri tondi... cinquantenari, centenari... cheppalle! :)

    RispondiElimina
  3. Bene! Sono felice di sapere che non ho letto tutto il leggibile di Stoker!

    RispondiElimina
  4. @Zio Scriba: be' dai, questa volta sembrano non averlo fatto apposta ^^ Tempo di scoprirli, pubblicarli e, ops, il 2012 è il centenario XD

    E.

    RispondiElimina
  5. @Lamia: sei nuova del blog giusto? Se sì, benvenuta! ^^
    Già, qualcosa di non già letto. Che poi, rileggere Stoker non è mai un problema ^^

    E.

    RispondiElimina
  6. @Alice: dai, diciamo che il libro lo sarà di più XD Io sono solo un messaggero XD XD XD

    E.

    RispondiElimina
  7. Chissà se si ritrovano indizi sulle sue fonti storiche, letterarie e ... giornalistiche ( i Fogli Volanti del '700, che di vampiri tanto parlarono ...) ...

    RispondiElimina
  8. @Adriano: chissà, tutto è possibile :) Certo è che non vedo l'ora di poterli leggere ^^

    E.

    RispondiElimina
  9. grazie infinite per questa segnalazione... adoro Stoker

    RispondiElimina
  10. Ecco, devo ancora cominciare a leggere Stoker, di Dracula ho visto solo il film (sì, lo so, il romanzo è più bello), però rispetto alle cagate di ora, vuoi mettere che gran film!
    Per non parlare del cast: Anthony Hopkins (!!!), Winona Ryder (che ha me piace un sacco, non per niente è stata scelta più volte da Tim Burton per i suoi film!), Gary Oldman (dove mi sciolgo!), Keanu Reeves (quanta roba sprecata!) e apprezzabili le tette di una giovanissima Monica Bellucci (apprezzabile tutta in realtà)!
    Questa cosa della somiglianza con la vita di Harker è una figata!
    Sicuramente le due letture hanno la priorità!

    RispondiElimina
  11. @Galatea: io sto già sbavando all'idea ^^

    E.

    RispondiElimina
  12. @Waterwitch: non ti incriminerò di aver visto quel film perché, sinceramente, ritengo che sia quello che si avvicina di più all'opera di Stoker. Anche se, come dici tu ed è vero, il libro, a confronto con il film, è inarrivabile :)
    Leggilo leggilo, non te ne pentirai. Io so solo che dalla prima volta che lo presi in mano mi sono ritrovato a leggerlo più o meno una volta all'anno ^^

    E.

    RispondiElimina
  13. "che luccicano come tante Lelly Kelly" Mi hai fatto morire! :D (interessante, questa scoperta!)

    RispondiElimina
  14. @il_cesco: qualche volta qualcosa di buono riesco a tirarlo fuori anch'io ;)

    E.

    RispondiElimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.