15 giugno 2011

Quando si permette ad un paramecio di parlare(?) di precariato

sottofondo: Fabrizio De André – Un Giudice
 

«Basta con la retorica del precariato, visto che ci sono 4 milioni di stranieri che vengono a fare i lavori che gli italiani non vogliono fare, quando ci sono 2 milioni di giovani che non studiano e non lavorano, quando ci sono le imprese che cercano specializzazioni che non trovano perché nessuno vuol fare quei lavori»

«Basta con la retorica ci vuole concretezza. Ogni tanto c'é una madre che si lamenta con me perché suo figlio non trova lavoro, ma quando le dico: 'Bene, allora domani mattina alle 5 vada ai mercati generali a scaricare le cassette', lei risponde sempre 'eh no!'. Se vuole lavorare, invece, quello é il modo migliore. Scaricare la cassette! Per tutti gli italiani! E magari anche raccogliere le mele delle sue parti»

E pensare che questo è un ministro della Repubblica Italiana...
È proprio vero che quando si ha una poltrona con la quale coprirsi il fondoschiena ci si sente in potere di dire quello che si vuole.
Ammettiamolo… è molto improbabile come situazione, e quando me l’hanno raccontata non riuscivo a crederci. Mi sembrava di ascoltare una barzelletta.

Caro Ministro Brunetta,
lasciamo stare il farlocco video di spiegazioni che ha fatto diffondere tramite le maggiori testate nazionali e i giornali di partito; da come illustra i fatti è chiaro che è lei a fare disinformazione.
Vorrei solo dirle che in questo momento vorrei che fosse qui, davanti a me, solo per dirle che è un paramecio, un parassita, un essere unicellulare senza cervello… e vista la statura che si ritrova e l’ipotetico volume complessivo del cervello (se così lo possiamo chiamare) che possiede, be’, la classificazione le calza a pennello.
Sulla sua persona le maldicenze che spiegava il Maestro Faber, nella sua canzone Un Giudice, prendono piena forma. Cito i versi della canzone: «Un nano è una carogna di sicuro, perché ha il cuore troppo troppo troppo vicino al buco del culo».
Grazie a lei, e a tutta la classe politica della quale fa parte, ogni giorno mi accorgo il fondo del burrone è infinito, in quanto non sembra esserci un limite alle vostre indecenze.

 

E.

32 commenti:

  1. @Rosibetti: certo che se quello lassù, sempre che esista, invece di stare ad ascoltare e basta si decidesse anche a toglierli di mezzo... be'... avrebbe tutta la mia stima.

    E.

    RispondiElimina
  2. Una dedica musicale così non si può rifiutare... Accostamento a dir poco perfetto!! Cose da non crederci, eppure le partoriscono veramente! Li spunteremo mai dalla lista?? ;);)

    RispondiElimina
  3. Io a sto porco nano lo manderei al mercato a scaricare casse tutto il giorno per 300 euro al mese, poi vediamo se si definisce il peggiore.

    Segnalo che in Sardegna ci sono posti di lavoro precari pagati popò di DIECI EURO AL MESE

    RispondiElimina
  4. Siccome sono la rovina d'Italia, domani tutti i precari incrocino le braccia. Poi quando l'Italia sarà in ginocchio, vedremo se sono la rovina. Questi politici hanno rovinato la vita delle persone con questi contratti a termine, questi politici opportunisti pensano ai fottuti interessi loro: ebbene, LORO rovinano l'Italia, non i precari.

    RispondiElimina
  5. Che vomito! Non hanno nè limiti nè vergogna. Buttiamo giù ste merde!!!

    RispondiElimina
  6. @Refuge: ero lì a cercare la traccia giusta, scorrendo a caso la libreria musicale. Poi l'illuminazione ^^

    E.

    RispondiElimina
  7. @PalleQuadre: 10 euro al mese... che schifo. Comunque Brunetta è l'iPod Nano :-) il nano è di proprietà di qualcun'altro ^^

    E.

    RispondiElimina
  8. @LadyRevolution: chissà se ci riusciremo mai...

    E.

    RispondiElimina
  9. Beh diciamo per rispetto ai nani onesti che QUEL nano è una carogna di sicuro. Anche quell'altro, via.

    RispondiElimina
  10. Sono in accordo con il post e con i commenti, ma chiedo: perché non scendiamo in piazza tutti non in decine o centinaia di migliaia ma in milioni a manifestare o urlare o a prendere a sassate questi incapaci tutti, destri o sinistri qualora si comportano MALE?
    Siamo o non siamo democraticamente quelli che votano, quelli che pagano, la cosidetta PANCIA che tutti lodano prima delle elezioni e poi puntualmente tradiscono e maltrattano?
    Purtroppo scendere in piazza tutti insieme è una cosa complessa e accade solo, come si dimostra nel caso dei popoli del nord-Africa e Grecia, per fame o disperazione.

    RispondiElimina
  11. Concordo con genio bisogna reagire il tempo dell'indignazione é finito. Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  12. Caro Emanuele, tu che frequenti il mio blog sai come la penso. Il governo Berlusconi ha fatto ben poco per questo Paese e questo è noto a tutti :-) Ma non ce ne dobbiamo rallegrare, solo perché si tratta di centrodestra! Per quanto riguarda la questione del lavoro, pur ammettendo che un ministro non può dire queste cose, devo dire che la situazione è proprio quella descritta. Ragazzi che dormono fino a tardi la mattina, che non voglio rimboccarsi le maniche, che pensano di poter ottenere tutto subito, così come accade in famiglia. Il mondo del lavoro è una giungla e io da dirigente posso dire che è difficile trovare personale qualificato, con competenze. La via dell'impegno è troppo difficoltosa!

    RispondiElimina
  13. prima di tutto sto cazzo di nano ha sempre detto che nella pubblica amministrazione ci sono dei fannulloni ma se il primo e lui che essendo professore universitario e mi risulta che nn abbia mai fatto una cazzo di lezione

    RispondiElimina
  14. Flatus di un morto - politicamente - che si trascina ...

    RispondiElimina
  15. Poi si lamentano che vengono presi alla sparvvista e linciato come quell'altra ameba di Borghezio! Fanno bene a picchiarli!

    RispondiElimina
  16. Dovrebbe andarci lui a scaricare le cassette... sempre che lo considerino all'altezza di farlo...

    RispondiElimina
  17. Non c'è limite al peggio...tristesse :(

    RispondiElimina
  18. Anche io ho scritto un post su questa vicenda. Mi fa accapponare la pelle. Lui, le sue parole e il fatto che c'è gente che gli dia ragione.

    RispondiElimina
  19. @web runner: infatti è Brunetta che conferma la massima del Maestro :-)

    E.

    RispondiElimina
  20. @Genio: eh già. Siamo ancora convinti di stare troppo bene per organizzare manifestazioni di milioni e milioni di persone. Poi, finché l'informazione Mediamerd e di Stato produce contro informazione leccando il culo ai partiti, be'... c'è veramente poco da fare.

    E.

    RispondiElimina
  21. @maria ianiciello: riconosco che ci sono anche quel tipo di giovani, ma io mi schiero in difesa di coloro che, pur essendosi fatti il culo quadruplo per riuscire a lavorare e a far crescere il Paese che amano, si vedono bistrattare e, molte volte, obbligati ad abbandonare tutto e tutti per andare all'estero.

    E.

    RispondiElimina
  22. @Anonimo: non ricordo il numero di volte in cui ho usato le tue stesse identiche parole.

    E.

    RispondiElimina
  23. @Adriano: eh già... che tristezza eh?!

    E.

    RispondiElimina
  24. @Waterwitch: sarei contrario alla violenza, ma quando è troppo è troppo...

    E.

    RispondiElimina
  25. @Zio Scriba: doppio senso fine e fantastico il tuo. Grande Scriba!

    E.

    RispondiElimina
  26. @Carolina Venturini: è proprio quello che mi fa più incazzare: la mandria di lingue pronte a sorridere e a dire di sì ad ogni loro parola...

    E.

    RispondiElimina
  27. "Quello lassù", evidentemente, si diverte troppo a vedere i casini in cui noi stessi ci cacciamo, dopo averli creati. ;)
    Brunetta è l'espressione di una certa classe non solo politica ma anche di pensiero, a sua volta sostenuta da un elettorato che i tipi come Brunetta se li merita, se non peggio.
    È un mediocre, uno che predica bene e razzola male, uno col culo straparato e che chissà quali porcate ha fatto per arrivare dov'è, è uno intoccabile e irraggiungibile che, sì, può dire tutto ciò che vuole.
    È il nostro sistema, rassegnamoci.
    Magari, alle prossime elezioni, questo popolino fatto di assenteisti (ai seggi, però) muoverà il deretano per mettere la sua crocetat da un'altra parte.
    E incrociando le dita, perché dall'altra parte non è che ci siano Santi & cavalieri Jedi.

    RispondiElimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.