30 aprile 2011

Risveglio in stile Mulino Bianco? Massacro!

sottofondo: Ray Charles – I Can’t Stop Loving You

mulinobianco

Quante volte abbiamo visto in tv degli spot rappresentanti famiglie felici e senza preoccupazioni? Quante volte li abbiamo visti alzarsi la mattina con il sorriso sulle labbra, trucco perfetto, senza un’occhiaia e che attendono solo il momento di fare colazione?
Troppe. Quindi direi che è l’ora di finirla con ‘ste porcate.
Sarò strano io, ma per quanti muesli, gocciole, abbracci, pan di stelle (che rimangono insuperabili), kindercolazionepiùalgustodicioccolatomachesadicaffè e buonporcodì abbia mangiato in vita mia non mi sono mai svegliato con la voglia di cominciare una nuova giornata.

Di solito, per quanto mi riguarda, il suono della sveglia viene coperto da un’imprecazione, in cui vi è racchiuso il mio disappunto per il fatto che anche quella mattina ho dovuto svegliarmi alle 7.00/6.30. Non vi è nessun dannato Ray Charles che, in un attacco di follia, mi fa partire I Can’t Stop Loving You. Molto spesso la colonna sonora del risveglio, oltre al porco, è un concentrato di rutti e scorregge il quale odore ricorda molto da vicino una fossa biologica lasciata all’appetito delle mosche per giorni e giorni.
Il tragitto che mi porta fino in bagno è una sfida: gli occhi sono ancora incollati da quella pasta dentifricia che si forma sotto le palpebre e di certo non c’è nessuna mogliettina che mi lancia un cuscino per evitarmi una caduta rovinosa a terra.
La visione del mio riflesso sullo specchio è un altro colpo. Altro che trucco: in quei momenti potrei decidermi a diventare il cantante di una band black metal per quanto sono grandi le mie occhiaie, per non parlare poi del tono gutturale e cavernoso che ha la mia voce.
Parliamo poi dell’alito? Meglio di no… e invece sì. Potrei stendere il cazzo di koala della kinder, con annessa bambina, se solo mi decidessi ad aprir bocca.
Farsi la doccia, lavarsi i denti, spruzzarsi addosso il profumo e il deodorante sono ormai azioni che possono essere eseguite ad occhi chiusi. La mattina regna l’automatismo corporale, che non vale ovviamente per la pisciatonaglugluglu che bene o male tocca sempre (manco avessi bevuto 40 litri di Santal sentichebuonaquestaPesca prima di andare a dormire). Per quest’ultima è bene aprire gli occhi, mai che un bel giorno i genitori salgano su e si trovino davanti il bagno pitturato in un bel(?) giallo urina.
Mi dispiace, ma non mi sveglio mai con già indosso giacca e cravatta, quindi devo andare un po’ a tentativi. Sniff sniff, buono! Sniff sniff, passabile! Sniff sniff, buono! Sniff sniff, baaaaaaaaaaaaaa! Calzetti e mutande se sono mettibili si riconoscono dall’odore, mica dal fatto che si trovino o meno in un cassetto pieno di roba pulita ma che aprire sarebbe troppo faticoso.

Ed eccoci al momento clou della mattina, scendere a far colazione. Occhio ai piedi vecchio! Potresti spalmarti sull’ultimo gradino in fondo, ricorda che non c’è la sguattera che ti lancia il cuscino per evitare che la tua faccia si riduca ad un colabrodo.
Eccoli, sono lì. Padre, che per facilità di mattina si chiama M come Maschio, e Madre (mmmm, la M l’ho già usata con quell’altro… devo inventarmi qualcosa).
-Buongiorno!-
Ecco la parola cruciale.
Cazzo, quello non è affatto un buongiorno.
Non è un buongiorno quello in cui devo svegliarmi presto per andare in università o al lavoro.
Il difficile ora è mettere insieme quelle poche lettere per rispondere al saluto. Difficile.
Ci provo, ci penso, elaboro migliaia di combinazioni per rispondere, ma quello che viene fuori è inevitabilmente un verso tra l’animalesco e lo scocciato, un qualcosa tipo: -Buuonngrrrrrrr-.
Quando va bene, se no si passa al rutto che per quello non si fa mai fatica.

Ho sempre pensato che vorrei provare per una mattina a svegliarmi in una di quelle pubblicità.
La sveglia suona alle 8.00 (in culo la scuola) e un’intera orchestra è lì solo per darti il buongiorno. Il sole ti sorride, non vi è nemmeno un accenno di pioggia, neve o tornado.
Si va in bagno e basta una spazzolata per lavare i denti, un colpo di pettine per pettinarsi e una spruzzata di deodorante per far rinsavire le strapezzatealgustomandorla ascelle.
Si scende giù in cucina, ovviamente non si sa come si abbia fatto a vestirsi, e troviamo la famiglia (moglie, figlio e figlia) che ci aspetta con il sorriso sulle labbra. Il nostro figliolo, che vista l’ora sappiamo benissimo che non andrà a rompersi le balle sui banchi di scuola, ci fissa con occhi sorridenti e bocca completamente sporca di cioccolato gusto extrabuonoallattecacaoananascicognabebèuovodistruzzo (maledetto ripieno dei Flauti!).

 

STACCOSCENA

Fuori piove.
La moglie giace a terra, soffocata dal cuscino che ci ha lanciato per farci cadere sul morbido.
Il figliolo con le labbra sporche di cioccolato è ancora seduto al suo posto e con la testa riversa sul tavolo. Bocca gonfia di kinder colazione più, mascella fratturata, collo spezzato e scatola di merendine perfettamente in bilico su quella sua nuca da angioletto… chissà qual era la sorpresina di oggi.
La figliola è impiccata al soffitto. Attorno al collo ha una liana, come quella che quel floscione di Tarzan prende per andare al lavoro, e dal petto spunta il miracle blade che usiamo ogni giorno per tagliare la marmitta del nostro motorino.
Burp!
Finalmente un po’ di pace… quasi quasi stamattina mi sparo una birra per colazione.

 


E.

24 commenti:

  1. F-I-G-A-T-A

    Mi ci rispecchio alla grande... ma ho scoperto che svegliarmi con un po' di Ska old school (Madness, Skatalites, The Special) aiuta... a non ammazzare chi ti circonda (nel mio caso due gatti affammati)

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace ma quando ho letto "buonporcodì" ho cominciato a rugolarmi dal ridere e tuttora non riesco a smettere! ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha ti prego dimmi che creerai una nuova linea di prodotti per la colazione! ahahahahahahahahahah xD spettacolare sto pezzo!!!

    RispondiElimina
  3. Oddioooooooooo genialeeeeeeeee ahahahha

    RispondiElimina
  4. Emanuele, ti giuro, avrei voluto che questo pezzo non avesse fine.
    FA - VO - LO - SO !
    Sono morta dal ridere..
    Ma com'è che vanno tanto di moda Tarzan e i suoi derivati?
    Anch'io ho sfiorato l'argomento in Val Gina! :)
    Braverrimo, davvero...
    IL FINALE poi è PALPISSIMO heheh!

    RispondiElimina
  5. Io rimango sempre stupito dal fatto che certi idioti, che abusano di continuo dell'espressione "contronatura", non la applichino invece mai all'unica cosa veramente CONTRO NATURA cui si costringono gli esseri umani: il sonno interrotto da una sveglia che suona!
    E anche dal punto di vista salute, credo che nulla faccia male al nostro cuore più dell'essere strappati violentemente da un sogno.
    Felici colazioni mulinobianchesche? Ma vaff... :-))))

    RispondiElimina
  6. Analisi fisio-sociologica ineccepibile.
    Manca però un particolare diciamo emodinamico, che caratterizza il risveglio di noi maschietti, non mi dire che non ci avevi pensato. Non c'entra con la colazione, lo so. Ma cribbio... :)

    RispondiElimina
  7. Molto divertente questo pezzo...su alcuni punti mi ci rivedo!!! Quello che odio di più del risveglio...e quando qualcuno incomincia a parlare..parlare ..parlare...
    Io si e no se borbotto un buongiorno...o spesso... faccio un cenno con la testa! Per non parlare delle Sveglia-telefonate grrrrr!!!

    RispondiElimina
  8. Ahahahahahah...leggere questo post subito dopo colazione è stata la cosa migliore!
    Condividiamo l'odio profondo per quegli spot che sono assurdi dal primo secondo.
    Se in casa mia dovessi trovare in cucina, appena sveglia, qualcuno che batte il cucchiaino al ritmo di "good morning, good morning..." lo fulminerei con lo sguardo e lancerei quel cavolo di cucchiaino dalla finestra!
    La tua giornata inizia con un porco? La mia, quasi sempre con "cazzo! E' tardi!" perché puntualmente spengo la sveglia e mi riaddormento!
    Gran bel post ;)

    RispondiElimina
  9. Bella storia in piena simbiosi con il mio risveglio.
    Be' io mi sono fatto un panino al salame:-)

    RispondiElimina
  10. @Johnny10: grazie caro :-) non sono un patito dello ska, ma potrei provare :-)

    E.

    RispondiElimina
  11. @Giulia: potrei pensarci alla tua proposta :-) Contentissimo che il post ti si piaciuto così tanto :-)

    E.

    RispondiElimina
  12. @Laura: troppo buona :-) come sempre :-)

    E.

    RispondiElimina
  13. @Grace: viva la Val Gina! Tarzan va così di moda perché ormai lui e le sue gocciole ci hanno letteralmente scartavetrato i coglioni ;-)

    E.

    RispondiElimina
  14. @web runner: diciamo che non l'ho preso in causa in quanto nelle pubblicità stesse non c'è traccia di ciò. Il che, comunque, non nega che potrei prenderlo in esame in un post tutto suo ^^

    E.

    RispondiElimina
  15. @Artemisia1984: mio dio... quanto mi ritrovo nelle tue parole :-) Purtroppo certa gente non capisce che di mattina non tutti sono pronti a fare sproloqui...

    E.

    RispondiElimina
  16. @Nanìa: spero che tu abbia accompagnato la lettura anche alla colonna sonora da me indicata :-)
    Quel famoso cucchiaio cercherei di infilarlo su per le narici del bambino maledetto.

    E.

    RispondiElimina
  17. @Ferruccio: grandissimo! Quando capita l'occasione io faccio sempre colazione con la pizza avanzata dalla sera prima :-) L'ultima volta è toccato a un quarto di pizza con peperoni, salsiccia, funghi e gorgonzola ^^

    E.

    RispondiElimina
  18. Io vado a letto pensando alla colazione del mattino e mica mi faccio influenzare dalla pubblicità LOL

    RispondiElimina
  19. @Ferruccio: personalmente vado a letto pensando al letto, se poi la mattina dopo ci sarà un buon colazione ad attendermi, beh, tutto dipenderà con la luna con cui mi alzerò XD

    E.

    RispondiElimina
  20. Puahahahah....comlimenti! Mi hai strappato il primo sorriso della giornata....

    RispondiElimina
  21. non ci si sveglia mai come nella casa del mulino bianco
    la realtà è sempre diversa
    l'imprecazione dopo la sveglia è un classico
    stamattina prima che suonasse sognavo che fosse ancora domenica... invece no.... che tristezza!!!

    RispondiElimina
  22. @Daniela: grazie cara :-) onorato di aver fatto ciò ^^

    E.

    RispondiElimina
  23. @Pupottina: vero? per poi passare un bel lunedì del cazzo come è stato questo poi...

    E.

    RispondiElimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.