23 marzo 2011

Referendum del 12 giugno 2011

freeblogger

Ciao a tutti.
Oggi niente versi o post ispirati da una particolare canzone.
Oggi sono qui per fare da eco a una cosa che ritengo molto importante per il futuro dell’Italia e soprattutto per la salute dei suoi cittadini.
Ovviamente si tratta del referendum sul nucleare, nel quale ci verrà posta una semplice domanda:

«Volete voi che sia abrogato il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, nel testo risultante per effetto di modificazioni ed integrazioni successive, recante Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria, limitatamente alle seguenti parti: art. 7, comma 1, lettera d: realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare?»

I contrari al nucleare dovranno votare con un , perché in questo modo si diranno favorevoli all’abrogazione del decreto legge 112/2008 che intendeva dare il via libera alla realizzazione di centrali nucleari sul territorio nazionale.
Io voterò con un . Di certo non sono qui a far la fila per permettere a quei signorotti in giacca e cravatta di far fare all’Italia un salto dentro un baratro senza ritorno e che sarà, sicuramente, dannoso alla salute di tutti noi.
A quanto pare saranno presenti anche altri due quesiti, riguardanti l’abrogazione sulla norma riguardante la privatizzazione dell’acqua e il cancellamento del legittimo impedimento. Anche per questi due quesiti la forma sarà come quella sul nucleare, quindi bisogna rispondere .

Mi raccomando, leggete con attenzione i quesiti, così da capirli a fondo e non incespicare così in quelle forme grammaticali che i nostri politi-piss sono così tanto abituati a proporci per ingannare la nostra mente e il nostro conseguente voto.
Ultima nota: il referendum passa se si raggiunge il quorum, quindi occorre che vadano a votare il 50% + 1 degli italiani.

Condividete e non mancate di informare i vostri amici e persino i vostri nemici ;-)
A presto!

 

E.

24 commenti:

  1. Bravooooo clap clap clap (applausone)!!!
    Post molto chiaro, che a breve dovrò fare pure io, intanto se non ti offendi faccio girare su FB e su Twitter!

    RispondiElimina
  2. e l'eco dovrà durare fino al giorno fatidico, in ogni luogo, in ogni occasione, con chiunque. A costo di essere noiosi.
    Per ovviare a quello che questo stato ci nega: un'informazione corretta, un referendum SENZA QUORUM.

    RispondiElimina
  3. Minkia... mi sono fermato alla parola "restante"... che maroooooni!!!

    Non era meglio chiedere:
    "Volete fare la fine dei Giapponesi?"
    Sì No

    RispondiElimina
  4. @Lumaca: ma certo :-) fai pure ;-)

    E.

    RispondiElimina
  5. @web runner: lo penso da quando ho capito quanto è valso vivere all'estero e visto il declino della situazione... se si continua così me ne vado. Punto.

    E.

    RispondiElimina
  6. @AmosGitai: no caro, sbagli... è una domanda fatta sull'onda dell'emozione... ma che vadano tutti a affan...

    E.

    RispondiElimina
  7. Bravissimo! Ci mancano solo le centrali nucleari in Italia...e le annesse scorie radioattive da smaltire.
    Un bel sì e passa la paura...mica tanto, però è un passo..! :)

    RispondiElimina
  8. @Nanìa: l'importante è che questo passo, seppur piccolo, venga fatto. Senza dimenticarci che, comunque, l'Italia aveva già detto di no al nucleare... dice molto sull'onestà dei politi-piss e sull'importanza che per loro ha il popolo. Schifosi...

    E.

    RispondiElimina
  9. Anche io voterò "SI" al referendum, e spero sinceramente che la gente vada a votare, e che non si presentino situazioni di assenteismo fra i seggi, perché ora più che mai un voto può fare la differenza!

    (Grazie per esserti unita ai lettori del mio blog). :)

    RispondiElimina
  10. @Karma Police: guarda, lo spero anch'io... anche perché l'assenteismo nelle ultime elezioni ha avuto cifre spaventose. Speriamo in bene...
    Grazie a te per avermi aggiunto ;-)

    mmmmmm... sono diventata donnaaaaaaa XD XD XD XD scherzo ;-)

    E.

    RispondiElimina
  11. Il 12 giugno sarò maggiorenne, quindi voterò anchio, penso sia importante :)
    e speriamo che la gente capisca che un voto può fare la differenza :)

    RispondiElimina
  12. ops...mi firmo, sono Alessandro

    RispondiElimina
  13. ottimo post informativo!!
    ps: aspetto quello sui sentimenti del broccolo!
    ciaoooo secco!
    ally.

    RispondiElimina
  14. se viene approvato il nucleare è proprio la volta buona che SCAPPO a gambe levata da sto paese di merda!!!! Tutti uniti contro le centrali nucleari!!!!! I giapponesi hanno fatto il folle errore di costruire più di 50 centrali nucleari nel loro paese che credo sia il territorio più sismico del pianeta!!! e se non è quello poco ci manca e infatti le conseguenze si sono viste... l' Italia?? pure lei poveretta ogni tot viene martoriata da un bel terremoto, vogliamo fare la stessa fine? NO GRAZIE. Preferirei non morire a causa delle radiazioni!

    RispondiElimina
  15. Scusami!
    Correggo: Grazie per esserti unito ai lettori del mio blog! ^_^"

    A presto! :D

    RispondiElimina
  16. @Alessandro: buonillimo ;-) Fai proprio bene a pensare che sia importante, perché ne va della salute di tutti.

    E.

    RispondiElimina
  17. @Ally: non ti preoccupare, quello sui sentimenti del broccolo è in lavorazione mentale... per ora ^^

    E.

    RispondiElimina
  18. @Giulia: ogni volta ci penso, a come la nostra Italia sia una zona a rischio sismico mica da poco. E poi scusa, come ha detto Crozza: «non sappiamo fare neanche una discarica... figurati se sappiamo costruire una centrale nucleare».

    E.

    RispondiElimina
  19. @Karma Police: potevi anche fare a men ;-) un po' di donna fa bene in tutti ^^

    E.

    RispondiElimina
  20. Con la tecnologia di oggi esiste un diverso sistema di raffreddamento per il quale non c'è il rischio di un incidente come quello del Giappone (le cui centrali non sono proprio giovanissime) e più ingenti sistemi di sicurezza... Ma chissà quale "generazione" riuscirebbe ad approdare qui in Italia!! Pertanto le rassicurazioni valgono ben poco. :/ Non può esistere una centrale nucleare "a fissione" sicura al cento per cento, perciò, anche se è poco probabile che si verifichino incidenti, a fronte delle conseguenze devastanti che si potrebbero avere... anche io contribuirò col mio "Sì". :)

    RispondiElimina
  21. @Refuge: e soprattutto: chi costruirà da noi le centrali? La mafia? Mah...

    E.

    RispondiElimina
  22. Non ho dubbi su cosa votare e non vedo l'ora di farlo! usiamo il potere che abbiamo per far sentire la nostra voce in tutta Italia!!! Niente cazzabubbole radioattive nel nostro bel Paese!

    RispondiElimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.