10 marzo 2011

Diario di Londra, giorno IV

Quella che state per leggere è forse la parte più noiosa e decisamente più corta del diario. Si tratta però delle poche parole che ebbi la possibilità di scrivere in quella lunga e impegnativa giornata. Quindi, portate pazienza e attendete ancora per un pochino la trascrizione del quinto giorno.

 

29/01/2011
Ore 16.47 GMT +00.00

Nella giornata di oggi questa è la prima volta che riesco a sedermi un attimo per scrivere.
Giornata intensa e dura quella di oggi… come le altre del resto. Sempre in movimento e senza avere quei pochi minuti per immortalare su questo mio diario le sensazioni ispirate da un particolare luogo.

168097_1841851487951_1290502710_32167171_485509_n

Ora siamo in albergo. Abbiamo deciso di fermarci un attimo per lavarci e ricomporci.
La prossima destinazione sarà Piccadilly Circus e, dopo cena, l’Hard Rock Cafe. Infine questa breve vacanza potrà dirsi finalmente conclusa (no… non ne sono contento affatto che stia volgendo al termine).
So già che questa città mi mancherà da morire anche se, in definitiva, il costo della vita è decisamente altino… poi non so come sia per gli inglesi, ma per me italiano è così.
69 pounds e qualcosa: questo è quanto mi rimane dopo tre giorni e mezzo, ma in fin dei conti sono stato anche abbastanza bravo in quanto ho speso una media di 22,85 pounds al giorno (contando anche gli abbonamenti giornalieri per la metro).
Non so se comprarmi qualcosa all’Hard Rock e non farmi una buona cena, che sarebbe la prima nel senso vero del termine da quando sono qui, oppure mangiare per bene con il rischio di ritrovarmi senza una penny. Però… ripensandoci bene… sono 69 pounds. Direi che sono abbastanza per fare un’ultima serata con i fiocchi. Eh lo so, sono fatto così: parsimonioso fino all’inverosimile.
Vi posso assicurare che quello dei soldi è stato un pensiero che mi ha tormentato dal primo passo che ho fatto in territorio inglese e vedendo poi come i soldi, anche solo di mangiare, volassero fuori dal portafoglio. Devo dire che sono stato bravissimo… i miei calcoli riguardanti la pecunia da portarmi appresso erano fin troppo giusti. Certo, non ho speso soldi in cazzate e souvenir vari, ma ho puntato piuttosto a regalare al mio corpo piacevoli sensazioni ristorandolo dalle camminate che si sono fatte in questi giorni; questo implica Starbucks, vari cookies e via discorrendo. Ho voluto letteralmente riempirmi di cibi che una volta tornato in Italia so che mi mancheranno più di ogni altra cosa.
Come si può resistere a quelle promesse di un piccolo attimo di dolcezza che sono i cookies?

Beh, torniamo a noi.
L’unica cosa che ora mi dispiace è di non avere abbastanza tempo per parlare del Nosferatu che in queste notti è venuto a farmi visita… magari ci scriverò un post a riguardo quando tornerò a casa.
Bon… ora devo andare.
A stasera, semmai.
Waiting for Angus…

168429_1842122614729_1290502710_32168177_6470232_n

 

E.

15 commenti:

  1. A ottobre mi sono divorato una Angus a Edimburgo e ancora la rimpiango. bistecca, cipolle fritte e birra scura. E un peccato che le vacanze volino:-)

    RispondiElimina
  2. Io sono andato di costine ricoperte di salsa BBQ, patatine e Guinnes.
    No... no... no... basta. Il resoconto a foto nel giorno V. XD

    E.

    RispondiElimina
  3. ancora me le sogno di notte quelle costolette.... *.* mamma mia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! che bontà!

    RispondiElimina
  4. @Giulia: risparmia la bava per il giorno V. XD
    Ci sarà una descrizione molto particolareggiata :-)

    E.

    RispondiElimina
  5. E meno male che era la parte noiosa!
    Angus! Angus! Angus! Angus! Propongo petizione per farlo aprire qui dalle nostre bande... ;)

    RispondiElimina
  6. @Ser Vlad: crea la petizione e ti seguirò in capo al mondo!

    E.

    RispondiElimina
  7. Nessun insulto, solo i miei complimenti Emanuele!

    RispondiElimina
  8. @maria: ma grazie :-) e benvenuta!

    E.

    RispondiElimina
  9. ciao Ema, che bella Londra ... io è da un bel po' che non ci metto piede e ho cercato di dimenticare quanto mi manca ... è bellissima, ma, hai detto bene, costosa ...

    ^________^

    RispondiElimina
  10. grazie per il consiglio riguardo ai video ... non solo li inserisco così per mancanza di tempo da dedicare al blog, ma perché mi piace l'idea di occultare qualcosa fino al post successivo, quando i video inseriti nel post scivolano più in basso...
    buona serata ^________^

    RispondiElimina
  11. @Pupottina: non riesco ancora a dire quanto mi manchi quella magica città...

    Per quanto riguarda i video... beh... questione di gusti ;-)

    E.

    RispondiElimina
  12. con questo post sollevi un po' di argomenti interessanti: 1) i soldi che evaporano dal portafoglio quando si è in vacanza; 2) la fatica che bisogna fare per far quadrare i conti; 3) con specifici budget bisogna fare delle scelte: cibo vs shopping vs cultura vs amenità varie. Angus! Angus! Angus! Angus! :D

    RispondiElimina
  13. @TuristadiMestiere: eh lo so, quello dei soldi è un fattore che non posso fare a meno di considerare.
    Dai che mi unisco anch'io al coro! Angus! Angus! Angus! Angus! Angus! Angus! Angus! Angus! Angus! Angus!

    E.

    RispondiElimina
  14. Dev'essere stata un'esperienza fantastica! Certe cose poi,restano indelebili nei ricordi, riportando attimi, sensazioni, profumi e sapori.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  15. @Tizyana - Azzurraa: eh sì, non me la dimenticherò mai :-) Poi non ti dico cos'è ogni volta mettersi a ricopiare le parole scritte durante quella vacanza. Certe volte la lacrimuccia non me la toglie nessuno.

    E.

    RispondiElimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.