31 ottobre 2010

La gnot dai muarz pt.4 - Epilogo



   -Fine della storia-.
Nonna Norma rilassò la schiena sullo schienale della sedia a dondolo e posò la tazza sul vassoio di legno intagliato e decorato di fiori. C che la rese felice fu il fatto che Beatrice sembrava veramente soddisfatta della storia appena sentita.
-Bella, bella, bella. Bella storia nonna-, Beatrice sfoderò allora il più bel sorriso che Norma avesse mai visto nella sua lunga a faticosa vita.
In lontananza giunse il primo rintocco della mezzanotte.
mezzanotte, l'ora della danza dei muarz!- gridò Beatrice saltando giù dal letto e andando ad inginocchiarsi davanti alla piccola e bassa finestra della soffitta.
-Cosa fai cara?-
-Voglio vedere la processione!-
-Non lo so se quest'anno passerà di qua, sono riuscita a vederla solo poche volte. Ma se vuoi provare a scorgerla fai pure- le disse nonna Norma sorridendo ed alzandosi a fatica dalla sedia. Era ancora in gran forma per l'età che aveva, ma non era molto abituata a rimanere in piedi oltre ad una certa ora, e queste cose ad una certa età si fanno sentire prepotentemente. Raggiunta la finestra si inginocchiò anche lei davanti ad essa.
I rintocchi si sentivano più chiaramente ora e la neve cominciò a cadere un po' meno fitta, sempre di più, sempre di più, fino a fermarsi.
-Eccoli!-
Beatrice sobbalzò e indicò con il ditino un punto immerso nell'oscurità del paesaggio. Pochi secondi dopo ecco apparire una lunga processione di anime avvolte in sudari bianchi, così splendenti che sembrava come vi fosse il sole in cielo. Il loro andamento era regale e maestoso. La bambina non aveva mai visto niente di così incantevole.
-Nonna, è bellissimo!-
-Sì, cara. È proprio bellissimo-.
Nonna e nipote rimasero in silenzio per qualche minuto ad ammirare quello spettacolo, che se non fosse stato per i rintocchi dettati dalle campane sarebbe avvenuto nel silenzio più assoluto. Certo non è una cosa che si vede tutti i giorni.
-Sai tesoro,- disse nonna Norma, -conobbi Bastiano quando lui era già un povero vecchietto che passava le giornate a raccontare storie a noi bambini. Molti lo ritenevano un povero pazzo, ma io cominciai a credergli ciecamente dopo aver visto la mia prima danza dei Muarz-.
-Davvero l'hai conosciuto?-
-Certo bambina mia, e mi ha anche insegnato alcuni versi che si era fatto dettare dall'anima che lo riportò a casa in quella magica notte-.
Beatrice la guardò con occhi supplicanti, -ti prego nonna, insegnameli-.
-Va bene, tesoro mio. Va bene. Direi che sei pronta-.
  
La neve non cadeva più, tuttavia il vento continuava a scuotere i rami degli alberi con le sue fredde e sinuose lingue. La processione dei morti continuava la sua lenta, splendete e solenne avanzata.
A un certo punto, il vento sembrò trasportare le voci di una vecchia e di una bambina che cantavano all'unisono una melodia di altri tempi. Sentite queste voci, tutte le anime della processione risposero loro con la medesima cantilena.

         O križi, roke mrtvih
          ke poslušate pojenie
          cipresov,
          potolažite žalost
          zapadlih listov
          ke nosijo
          naše glase...

         O croci, braccia di morti
          che ascoltate le preghiere
          dei cipressi,
          confortate il dolore
          di foglie cadute
          che portano
          le nostre voci...


THE END


E.

5 commenti:

  1. complimenti amore, una storia bellissima! :)

    RispondiElimina
  2. Ho letto le 4 puntate tutto d'un fiato!
    Che dire, sono perfettamente d'accordo con l'idea che dai di Halloween, festa che proviene da antiche tradizioni e non è semplicemente l'americano "dolcetto o scherzetto". Anch'io dedico sempre un post di questo genere al periodo di Samhain. E devo dire che, a quanto pare, il vecchio Jack ha ancora molte cose da dire!

    RispondiElimina
  3. Eh sì che ne ha da dire :-)
    Ho già qualche idea in testa, ma forse le terrò per il prossimo Halloween ;-)

    E.

    RispondiElimina
  4. Bella storia, ben scritta e scorrevole, complimenti :)

    RispondiElimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.