9 luglio 2010

Colei che affondò il Titanic

DIARIO DEL CAPITANO, 14/04/1912 ore 19:00
I motori sono a pieno regime e il viaggio sta andando come previsto. Mantenendo questa velocità raggiungeremo le coste americane in anticipo, e la stampa non potrà far altro che elogiare questa nuova nave.

DIARIO DEL CAPITANO, 14/04/1912 ore 23:42
Siamo entrati in collisione con una massa sconosciuta. Aveva tutta l’aria di essere una balena adagiata ad un iceberg. La balena si dimenava come in preda a delle convulsioni e ha dimostrato di non conoscere la nostra lingua. Dall’animale proveniva questa canzone:

Tutto sto popò di roba per dire che se il Titanic fosse ancora in funzione, lei lo farebbe affondare con uno dei suoi acuti. Vorrei proprio vedere se il bel Jack avrebbe il coraggio, e soprattutto lo stomaco, di farle un ritratto.
Penso che la lettura dell'intero blog di Giovanni Zenone(guarda te, gli faccio anche pubblicità) faccia meno male sia al corpo che allo spirito.
Vado a vomitare...

E.

3 commenti:

  1. Ciao,girovagando nella rete mi sono imbattuto in questa donzella....
    Io vorrei chiedere,come pubblico appello,che desistesse dal cantare...
    Anche perche' ha capacita canore pari a quanto io di fare miracoli...
    Grazie..

    RispondiElimina
  2. si appunto....piacerebbe a tutti che la smettesse...il problema è che molto probabilmente ha capito come funziona il successo: Bene o male, l'importante è che se ne parli!!! e intanto sta diventando famosa grazie a noi che la insultiamo...

    RispondiElimina

Cari lettori, ho deciso di aprire i commenti anche agli utenti anonimi però, vi chiedo per favore, firmatevi. Così almeno potrò chiamarvi per nome e non "Anonimo".
Vorrei inoltre ricordare che non siamo qui per insultarci e/o insultare a caso, ma solo per esprimere le nostre opinioni(che non contengano insulti gratuiti ed espliciti riferiti al contenuto dei post). Commenti con insulti al sottoscritto o alle persone che commentano i post verranno sistematicamente cancellati, oppure potrei tenerli ma solo per sfottervi un po'.


E.