01 ottobre 2014

Ultimo


Senza dubbio il post più difficile da scrivere. Comprendi che quando tiri fuori la penna migliore dal lotto l'occasione è speciale. Come questa.
Facciamola breve: questo è l'ultimo post per il blog. Ma sì, via quelle facce sorprese. La cosa era già nell'aria da un bel po' di tempo. Da un anno e mezzo, a quanto ricordo.
Ricordo ancora quando riuscii a trovare il sottotitolo definitivo, quel «Un blog alla costante ricerca di un sottotitolo», che racchiudeva l'essenza di tutto: la ricerca, appunto. Tramite ogni articolo sono andato in cerca di uno stile, storie che mi appassionassero al punto di raccontarle, versi a cui tenevo particolarmente, canzoni evocative, fotografie che mi colpissero, citazioni e libri che hanno lasciato il segno – senza contare poi le mie opinioni su vari fatti, storici e non. Tramite il blog, poi, mi sono fatto conoscere e ho conosciuto, ho intrattenuto dialoghi costruttivi e non, avviato progetti esterni più o meno buoni, vinto qualche concorso. Ci sono state soddisfazioni e delusioni, vittorie e sconfitte. Ma ormai si parla del passato.
Non ne sto sminuendo l'importanza, sia chiaro. Questo spazio, come già detto, ha formato un mio stile, maturato opinioni. Tuttavia, credo abbia fatto il suo tempo. Per questo credo sia giunto il momento di riporre tutto su uno scaffale, con la speranza, tra quale tempo, di rileggere il frutto di questi anni di lavoro su me stesso. Purtroppo, quando sopraggiunge la noia, vuol dire che è ora di cambiare.
Dico addio a questo blog, quindi, sperando che, oltre a me, sia stato utile anche a voi che mi avete accompagnato. Non ho la presunzione di avervi insegnato qualcosa, ma il solo avervi strappato un sorriso, una lacrima, la scintilla per approfondire un dato argomento, mi basta.
Detto questo, è stato un piacere signore e signori.

Dopo questo addio, sinceramente, un po' troppo strappalacrime, torniamo a noi.
Sto aprendo un nuovo spazio, che se dovesse andare come dico io, sarà davvero interessante.
Per ora posso solo dirvi che si chiamerà Intimate Punctum e che sarà su piattaforma Wordpress (eh, sì: io e il duende traslochiamo). Ci sarà più integrazione tramite i social e la vostra partecipazione, le vostre impressioni, ricopriranno un ruolo essenziale per il progetto.

Cosa dire: il primo post di Intimate Punctum verrà pubblicato mercoledì 8 ottobre, e il progetto (lo trovate qui) verrà anch'esso reso pubblico in tale data.
Per ora, segnato la data sul calendario e ricordate l'hashtag #ipunctum.

Ci vediamo su Wordpress!


E.

15 marzo 2014

4800 commenti, 200mila visite e più.

Ma stiamo scherzando?
Continuate davvero a leggermi anche se non scrivo niente da mesi?

Che carini!


E.

07 marzo 2014

Ehm?! pt.1

Accedere a Blogger dopo qualche tempo e premere il pulsante 'Nuovo post' è stato strano. Quasi un ritorno al passato.
Che sia effettivo il ritorno? E chi lo sa...
Facciamo scorrere.


E.

27 agosto 2013

Passo ad altro, nel tempo di una sigaretta

Tre mesi senza un articolo.
Nulla.
Zero.

Scrivere queste parole mi sta costando molta fatica.
Era già nell'aria da un po'. Sì.
Voglia di cambiamento. Sì.
Sempre meno tempo da dedicare al blog. Succede a tutti.

Eh sì... mi tocca dedicarmi ad altro.
Il tempo è tiranno, e non ce n'è più abbastanza per scrivere articoli da 200 o 500 parole come niente fosse. I post hanno cominciato a farsi sempre più corti, fino a rispecchiare un mio vecchio progettino.
La mia formazione, sia accademica che scribacchina, esige molto in questi ultimi mesi, quindi mi sono visto costretto a tagliare qualcosa.

Per questo ripasso a Tumblr, e a quel diario minimale che era Il Tempo di una Sigaretta (ne avevo già parlato qui).
Le parole d'ordine saranno velocità e semplicità. Poche righe, giusto il tempo di una sigaretta, per condividere pensieri, musica e altri argomenti che mi stanno a cuore.
Per ora la vedo come una soluzione temporanea, chissà che un domani non trovi il modo (e, ovvio, il tempo) di tornare a utilizzare questo spazio.

Vorrei comunque invitarvi a visitare il "nuovo" spazio e ringraziarvi per il sostegno che mi avete dato in questi tre anni di blog.
Grazie a tutti, davvero.
Alla prossima,


E.




30 maggio 2013

Ciao, Franca...


Io Franca Rame vorrei ricordarla così: il suo autografo, insieme a quello di Dario, in ricordo della fantastica serata durante la quale ho potuto assistere al Mistero Buffo in Arena di Verona.
Emozioni uniche e irripetibili, uno spettacolo che non si può fare a meno di conoscere e amare.
Cosa mi è rimasto più impresso di Franca e Dario nel momento in cui ho stretto la mano a entrambi? La loro semplicità.
Ciao, Franca.


E.

16 maggio 2013

Playlist, lavori in corso

Qualche post fa, più precisamente questo, ho già detto che in questo periodo di grande studio tutto sta girando intorno alla musica che ascolto durante le ore passate a fare esercizi e a farmi il culozzo per laurearmi.
Ieri mi è venuta un'idea: una playlist, o quello che una volta avremmo etichettato con "farsi una cassetta".
Nonostante tutto non è una playlist qualunque, seppur fatta di canzoni sparse e non di album interi (tranne qualche rara eccezione).

Piccolo frammento playlist

Una playlist molto particolare.
Una playlist di "lavori in corso", se così si può chiamare.
Preferisco non anticiparvi nulla, anche perché in questo periodo in cui sto concentrando la maggior parte delle mie energie verso uno scopo ben preciso (laurea) non c'è niente di sicuro.

Titoli, titoli...

Posso solo dire che ieri, tra una pagina e l'altra, sono stato tutto il giorno a segnare titoli e titoli sulla Moleskine.
Canzoni che evocano, irrobustiscono o, semplicemente, accompagnano.
E penso proprio che anche oggi la cosa andrà avanti così.
Prima o poi vi saprò dire.


E.

12 maggio 2013

Newton Compton e i suoi libri a 0,99 €.
Altri 12 volumi!


Chi di voi non sa ormai della collana Live promossa dalla Newton Compton Editori? O, come li chiamo io, i libri a 0,99?
Spero in pochi, altrimenti dovete andare a rileggervi il mio precedente articolo sull'argomento.

Bene, è notizia di questi giorni che altri 12 volumi (tra classici e inediti) andranno a rimpinguare la collana tanto amata da chi, come me, non può permettersi sempre di spendere dai 15 ai 30 euro per un libro.
La selezione di titoli è molto buona anche questa volta, ma vi lascio pure all'elenco delle "nuove" uscite:
  1. Luigi Pirandello, Uno, nessuno, centomila
  2. Johann Wolfgang Goethe, I dolori del giovane Werther
  3. Arthur Conan Doyle, Sherlock Holmes, uno studio in rosso
  4. Massimo Lugli, La lama del rasoio (inedito)
  5. Oscar Wilde, Aforismi
  6. Virginia Woolf, Una stanza tutta per sé
  7. Lao Tzu, Il libro del tao
  8. Kahlil Gibran, Il Profeta
  9. Franz Kafka, La metamorfosi
  10. Louis Robert Stevenson, Lo strano caso del dr. Jekyll e mr. Hyde
  11. Michail A. Bulgakov, Cuore di cane
  12. Howard P. Lovecraft, La casa stregata

Il prezzo di questi nuovi volumi sarà sempre di 0,99 euro.
Se non ne approfittate, con voi non gioco più.


E.